Anatocismo, Usura Bancaria, Perizia Conto Corrente, Mutui e Leasing, cropped UsurAinBancA min, anatocismo, usura bancaria, anomalie bancarie

Le imprese accusano: le banche in Toscana sono come gli usurai

La ricerca di Confapi: anomalie nel 99% dei conti correnti. Tassi superiore alla soglia di legge nel 94,8%

Le imprese accusano: le banche in Toscana sono come gli usurai , bankcri 300x225, anatocismo, usura bancaria, anomalie bancarie

Le imprese accusano: le banche in Toscana sono come gli usurai

Anatocismo, Usura Bancaria,Anomalie bancarie

Le imprese accusano: le banche in Toscana sono come gli usurai

La ricerca di Confapi: anomalie nel 99% dei conti correnti. Tassi superiore alla soglia di legge nel 94,8% dei casi

FIRENZE. Cresce il fenomeno dell’usura bancaria in Toscana. E’ praticata perlopiù dai grandi istituti, quelli che si sono fusi insieme negli ultimi anni di recessione, e colpisce soprattutto le piccole e medie imprese della manifattura: costruzioni, agricoltura, artigianato e turismo. Questo il grido d’allarme che salta fuori dalla prima ricerca su credito e conti correnti aziendali dei cosidetti “reclamanti” messa in piedi da Confapi, la confederazione delle pmi, e dalla fondazione per l’educazione finanziaria delle imprese. La presentazione si è svolta in un affollato auditorium del consiglio regionale, in via Cavour a Firenze. L’usura bancaria è un fenomeno forse poco conosciuto in Italia che mette in fila le illegalità nei rapporti tra alcuni operatori bancari, parabancari, mediatori creditizi e finanziari e molti imprenditori.

I dati della ricerca. Il rapporto di Confapi e la fondazione prende in esame l’usura bancaria partendo da un campione di 900 imprese toscane dove sono impiegati 5mila lavoratori. Mentre a livello nazionale la base di studio sale a 14mila imprese per un complesso di 125mila unità di occupati. Fermando lo sguardo sulla situazione regionale, i dati che emergono sono preoccupanti. Il 99% dei conti correnti aziendali presenta anomalie piccole e grandi: dalle commissioni applicate in maniera non corretta a contratti di finanziamenti non rispettati. Cresce il numero dei conti correnti che presentano tassi di interesse superiori alla soglia di usura: 94,8% in Toscana, mentre la media nazionale è 71%. Più l’azienda è piccola e a conduzione familiare, maggiore è la possibilità che sia soggetta a usura. Ogni 100 euro pagati alla banca per “commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito”, così come recita testualmente la legge 108/96, un’alta percentuale non era dovuta. Infine, l’80% delle aziende è ancora attiva, dunque regge ai colpi della crisi e nonostante l’usura bancaria.

L’usura e la crisi. Il direttore del comitato scientifico, Maurizio Fiasco, mette a fuoco l’evoluzione dell’usura bancaria spalmandola in un arco di tempo ventennale: “Prima il fenomeno non faceva distinzione tra famiglie e imprese. Ora vengono colpite anche le imprese patrimonializzate, strutturate e con capacità produttive”. Fiasco spiega questo fenomeno attribuendolo all’onda lunga della crisi. “Negli ultimi anni la recessione ha portato ad un processo di privatizzazioni e di concentrazione di istituti bancari. Si è passati dalle banche che si preoccupavano dell’economia reale alle banche che generano denaro dal denaro con il gioco finanziario. E si è attivato – continua il direttore – un circolo vizioso per cui gli istituti cercano di sopperire alla recessione premendo sui clienti tradizionali”, ossia le piccole e medie imprese radicate nel territorio. Cosa fa la Regione. All’incontro di Firenze c’era anche l’assessore al bilancio Vittorio Bugli che ha fatto il punto su quanto sta facendo la Regione per contrastare l’usura: «Dal dicembre del 2009 la Toscana ha una legge che ha istituito antenne sul territorio per intercettare il fenomeno. Si appoggia sulle organizzazioni di volontariato e su nostri uffici con l’obiettivo di raccogliere le segnalazioni di disagio». Poi la Regione aiuta economicamente le vittime e le instrada in un percorso di assistenza.

Abbiamo contattato l’Abi regionale e nazionale (l’associazione degli istituti bancari), ma si è riservata di spiegare la propria posizione in seguito.

fonte: di Samuele Bartolini su iltirreno.gelocal.it

 

 

www.usurainbanca.it
Please follow and like us:
follow subscribe, anatocismo, usura bancaria, anomalie bancarie0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

anatocismo | usura bancaria | anomalie bancarie
SEO Automation powered by SEOgenie