Anatocismo, Usura Bancaria, Perizia Conto Corrente, Mutui e Leasing, cropped UsurAinBancA min

Di Maio: la vicenda Carife è una truffa di Stato

Ferrara, sala gremita ieri pomeriggio all’hotel Duca d’Este per ascoltare le proposte sui rimborsi per i risparmiatori traditi, sia azionisti che obbligazionisti, prospettate dal M5s. La proposta del movimento è basata sul ricorso alla Corte dei Conti.  Di Maio: la vicenda Carife è una truffa di Stato

Di Maio: la vicenda Carife è una truffa di Stato, Luigi daticamera

Di Maio: la vicenda Carife è una truffa di Stato

Di Maio: la vicenda Carife è una truffa di Stato

Anatocismo, Usura Bancaria,Anomalie bancarie

FERRARA. Sala gremita ieri pomeriggio all’hotel Duca d’Este per ascoltare le proposte sui rimborsi per i risparmiatori traditi, sia azionisti che obbligazionisti, prospettate dal M5s. E ieri il movimento pentastellato ha messo in campo il suo asso nella manica, il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. La proposta illustrata per la prima volta ai tanti risparmiatori presenti, di Carife e delle altre tre banche risolte, si basa sul ricorso alla Corte dei Diritti dell’ uomo, in quanto con il bail-in si è alienato ai risparmiatori il diritto alla proprietà privata, un diritto tutelato dalla Costituzione. Come ha spiegato il legale Gaetano Filograno, «si tratta di un’ iniziativa innovativa in quanto si colloca in un ambito sovranazionale, quindi sopra gli interessi di parte.

La Corte dei Diritti dell’ uomo è un organismo autonomo, creato per tutelare i nostri diritti, tra cui quello della proprietà. I criteri per adire a questo organismo sovranazionale sono stabiliti dall’articolo 35 della convenzione europea. È necessario avere esperito tutte le azioni giudiziarie in Italia, avere cioè concluso l’ iter fino alla Cassazione. Ma nel nostro Paese esiste un’assenza di tutela per questi casi», e quindi l’interpretazione è che si possa ridurre l’iter. Esiste l’ articolol 26 come 6 bis della legge 662, ha precisato il legale, che prevede azioni di responsabilità per atti lesivi al risparmiatore, usata in alcune sentenze Consob . «Ma nel nostro contesto c’è una responsabilità di Banca d’Italia, e questo è inaccettabile. I ricorsi sono individuali, speriamo di presentarne tanti, perché dietro ogni ricorso c’è la storia di ognuno di voi», ha concluso Filograno.

continua la lettura qui
Veronica Capucci

Please follow and like us:
follow subscribe0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *