Benvenuti su Consulente di Parte.it

Intesa Sanpaolo, arriva la prima causa per colpa di Veneto Banca

È stato notificato a Intesa Sanpaolo il primo atto di “riassunzione” di una precedente causa di un “ex-socio” risparmiatore contro Veneto Banca, secondo quanto riportato dal Mattino di Padova. Intesa Sanpaolo, arriva la prima causa per colpa di Veneto Banca

Intesa Sanpaolo, arriva la prima causa per colpa di Veneto Banca

Intesa Sanpaolo, arriva la prima causa per colpa di Veneto Banca

Intesa Sanpaolo, arriva la prima causa per colpa di Veneto Banca

A fare causa all’istituto guidato da Carlo Messina è un risparmiatore di Fonte (Treviso) che chiede 1,7 milioni di euro di danni, per un fido correlato: un’operazione cosiddetta “baciata” con cui Veneto Banca aveva aperto due diversi prestiti – uno da 900 mila euro e uno da 300 mila – con contestuale sottoscrizione di azioni negli anni 2013 e 2014, in occasione degli aumenti di capitale.

Le azioni di cui il risparmiatore era in possesso, facendo una media dei prezzi nel tempo, avevano un controvalore di 1,7 milioni.

Intesa Sanpaolo era considerata tutelata da questo genere di controversie grazie al decreto divenuto legge due giorni fa, ma gli avvocati Vincenzo Cusumano, Gianluca Luciani e Camilla Cusumano, legali del risparmiatore, sembrano certi della loro strategia.

L’articolo 58 del Testo unico bancario prevede che i creditori della banca cedente possano avanzare le proprie pretese nei confronti del cessionario, cioè di Intesa” ha affermato Cusumano “il governo con il decreto ha tentato di derogare a questa norma, bloccando qualunque pretesa nei confronti di Intesa.

Ma il decreto rende surreale la posizione degli azionisti che hanno acquistato azioni a seguito di finanziamenti (le baciate, ndr): queste persone rischiano di rispondere del proprio fido o mutuo nei confronti di Intesa e non poter eccepire l’illiceità dell’operazione alla stessa.

Dividere un rapporto che nasce unitario (finanziamento finalizzato all’acquisto di azioni), comporterebbe una gravissima lesione dei diritti di difesa garantiti dalla Costituzione”.

Intesa Sanpaolo, arriva la prima causa per colpa di Veneto Banca

“Sulla materia si sono pronunciati anche Valerio Sangiovanni avvocato e membro dell’Arbitro Consob e Aldo Angelo Dolmetta giudice in Cassazione in un articolo sulla rivista Diritto bancario” ha proseguito il legale, precisando di voler “seguire questa strada per tutte le baciate e andare avanti contro Intesa per le cause normali di usura e anatocismo; per le altre, stiamo aspettando di capire come si muoveranno i giudici: qualcuno potrebbe rimettere la questione alla Corte Costituzionale”.

fonte : citywire.it

continua la tua lettura su consulentediparte.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code