Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

Al fisco serve la delega

Di Debora Alberici Al fisco serve la delega L’accertamento fiscale è nullo se l’amministrazione non prova di aver validamente delegato il funzionario che ha firmato l’atto. Riaprendo in parte la discussa questione sui falsi dirigenti, la Corte di cassazione, con la sentenza n. 24492 del 2 dicembre 2015, ha accolto il ricorso di un contribuente che lamentava di aver ricevuto un accertamento sottoscritto da un funzionario invalidamente delegato. Insomma, la sezione tributaria riapre la possibilità di ricorso a tutti i cittadini che ricevono atti impositivi non sottoscritti dal capo dell’ufficio. Con una lunga motivazione i Supremi giudici spiegano che «nella individuazione del soggetto legittimato a sottoscrivere l’avviso di accertamento, in forza del dpr n. 600 del 1973, art. 42, incombe all’Agenzia delle entrate l’onere di dimostrare il corretto esercizio del potere e la presenza di eventuale delega». Ma non solo. Il Collegio di legittimità ribadisce inoltre che in tema di imposte sui redditi, deve ritenersi, in base al dpr 600/73, art. 42, commi 1 e 3, che gli accertamenti in rettifica e gli accertamenti d’ufficio sono nulli tutte le volte che gli avvisi nei quali si concretizzano non risultino sottoscritti dal capo dell’ufficio emittente o da un impiegato della carriera direttiva (addetto a detto ufficio) validamente delegato dal reggente di questo. Ne consegue che la sottoscrizione dell’avviso di accertamento – atto della p.a. a rilevanza esterna – da parte di funzionario diverso da quello istituzionalmente competente a sottoscriverlo, ovvero da parte di un soggetto da detto funzionario non validamente ed efficacemente delegato, non soddisfa il requisito di sottoscrizione. La Cassazione ha dunque annullato la decisione con la quale la Ctr di Milano aveva ritenuto legittimo l’atto impositivo. Ora fonte: italiaoggi.it

www.usurainbanca.it
Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *