Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

Avvocati: la Cassazione si è pronunciata sull’esonero della responsabilità professionale

La Suprema Corte, con 2 sentenze (la n. 10700 e la n.10698), ha statuito sulle ipotesi in cui il legale può ritenersi scusabile.

In tema della responsabilità dell’avvocato, la giurisprudenza maggioritaria è concorde nel ritenere che essa non può ritenersi sussistente per il solo fatto dell’inadempimento dell’attività professionale. In tal senso, infatti, la violazione del dovere di diligenza qualificata nei confronti del cliente non può essere desunta certamente dal mancato raggiungimento dell’obiettivo. Il risarcimento del danno infatti presuppone sempre la prova dello stringente rapporto di causa-effetto tra la condotta negligente denunciata dall’assistito e il danno lamentato, posto che è proprio la prima che incide sulla valutazione prognostica circa l’esito dell’azione giudiziale che avrebbe dovuto essere seguita con rigore. Ne consegue che occorre sempre verificare se l’evento dannoso fatto valere dal cliente è riconducibile esclusivamente al comportamento processuale del legale. La Cassazione con due recenti sentenze ha fatto delle importanti precisazioni sul punto.
La Cassazione: sentenza n.10698/16 sul nesso eziologico
La Suprema Corte con tale sentenza si è pronunciata sulla responsabilità di un legale che era stato citato in giudizio dal cliente, per ottenere il risarcimento dei danni, perché il 1^ non aveva impugnato delle delibere condominiali. Dopo che sia il Tribunale che la Corte d’appello hanno rigettato il ricorso del cliente, in mancanza di una prova della probabilità di un giudizio favorevole, il giudizio è finito in Cassazione. Gli Ermellini hanno ritenuto che sia l’errore grave sia la colpa lieve non sono fonti di responsabilità per l’avvocato qualora, una volta assolto scrupolosamente il suo dovere, il giudizio comunque non avrebbe avuto un esito differente per il cliente. Il risarcimento del danno scatta quindi solo quando viene dimostrato che l’evento dannoso si è verificato effettivamente e viene accertato che il difensore, senza quell’omissione tenendo il comportamento dovuto, avrebbe invece ottenuto il riconoscimento delle ragioni del suo assistito. I giudici di legittimità hanno infine precisato che tale risarcimento deve comprendere sia la perdita sia il mancato guadagno subiti dal cliente-creditore, dovendosi escludere, nel caso di specie, che il lucro cessante e la perdita sofferta siano stati conseguenza immediata e diretta dell’inadempimento del legale. Insindacabile dunque la decisione di non accogliere la richiesta cliente, che non aveva infatti provato la sussistenza del nesso eziologico tra la condotta omissiva dell’avvocato ed i pretesi danni.
Scusabilità del legale nell’espletamento del mandato
La Cassazione con la sentenza n.10700 del 24 maggio si è trovata invece ad affrontare un caso in cui un legale è stato citato in giudizio per responsabilità professionale dall’utilizzatore dell’auto che era stata rubata. L’avvocato avrebbe infatti inviato tardivamente una richiesta di risarcimento per il furto dell’auto allorquando erano gia decorsi i termini di prescrizione. L’utilizzatore ha quindi chiesto la condanna al risarcimento dei danni pari all’importo dell’indennizzo dovuto in relazione al valore dell’auto rubata. Sia i giudici di merito sia la Corte di Cassazione hanno però rigettato il suo ricorso ritenendo che a conferire il mandato professionale al legale avrebbe dovuto essere il proprietario dell’auto. Ad avviso degli Ermellini dunque non può dirsi esistente nessuna responsabilità dell’avvocato proprio perché l’incarico era stato affidato dal semplice utilizzatore dell’auto messa a disposizione dal proprietario. Infine i giudici di legittimità hanno richiamato anche l’articolo 1904 del cod. civ. che dispone infatti che è sempre il legittimo proprietario/assicurato a dover manifestare l’interesse ad ottenere il risarcimento in virtù del contratto di assicurazione contro i danni.

Avvocati: la Cassazione si è pronunciata sull’esonero della responsabilità professionale

www.usurainbanca.it
Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *