Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

Banche inchiesta sul Mediocredito del Friuli Venezia Giulia : “Concorso in bancarotta e mendacio bancario”

Le Fiamme Gialle hanno acquisito documenti nella sede udinese dell’istituto controllato dalla Regione. Stando a un esposto, nei bilanci non sono state segnalate le difficoltà di molte delle aziende finanziate, poi fallite. Banche inchiesta sul Mediocredito del Friuli Venezia Giulia : “Concorso in bancarotta e mendacio bancario”

Banche inchiesta sul Mediocredito del Friuli Venezia Giulia : “Concorso in bancarotta e mendacio bancario”

Banche inchiesta sul Mediocredito del Friuli Venezia Giulia : “Concorso in bancarotta e mendacio bancario”

Banche inchiesta sul Mediocredito del Friuli Venezia Giulia: “Concorso in bancarotta e mendacio bancario”

Anatocismo, Usura Bancaria,Anomalie bancarie

di  | 29 settembre 2017

Le Fiamme Gialle hanno acquisito documenti nella sede udinese dell’istituto controllato dalla Regione. Stando a un esposto, nei bilanci non sono state segnalate le difficoltà di molte delle aziende finanziate, poi fallite. Nel 2016 la banca ha chiuso in rosso per 76 milioni. L’assessore regionale alle Finanze: “Operazioni che risalgono alla giunta precedente” 

E’ bastata una perquisizione della Guardia di Finanza nella sede di Mediocredito, l’istituto di credito regionale, a Udine, per scatenare un pandemonio in Friuli Venezia Giulia.

La notizia è che le Fiamme Gialle, su ordine del sostituto procuratore Paola De Franceschi, hanno acquisito nell’area crediti dell’istituto dossier, fascicoli clienti e materiale informatico, con l’obiettivo di ricostruire l’attività creditizia svolta negli ultimi anni a favore di aziende, friulane e non.

Sullo sfondo ci sono le difficoltà finanziarie e le perdite accumulate da Mediocredito, una cassaforte a controllo pubblico nata per favorire le attività economiche.

Per il momento non ci sono indagati, anche se due ipotesi di reato sono già formulate: concorso in bancarotta semplice e mendacio bancario. Nascono da una vecchia ispezione della Banca d’Italia sulla correttezza di gestione dell’ ente e da un dettagliato esposto dell’ europarlamentare friulano Marco Zullo, del Movimento Cinquestelle

L’inchiesta ha avuto un andamento carsico ed è venuta alla luce in modo eclatante solo ora. Mira al cuore dell’ intreccio tra politica e affari in una Regione di confine, in un arco di tempo ampio. Risale al 2010 una prima relazione di Bankitalia, frutto di un’ispezione che aveva messo in luce una serie di criticità. In quelle carte c’era un elenco di aziende che hanno beneficiato di finanziamenti da parte della banca regionale.

continua la lettura : ilfattoquotidiano.it

@Consulentediparte.it

Hai bisogno di assistenza? contattaci compilando il modulo

 

 

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *