Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

CLAMOROSO: il Consiglio di Stato licenzia i docenti assunti per ricorso

Un’ordinanza questa del Consiglio di Stato destinata a gettare nel panico alcune migliaia di docenti che avevano ottenuto il ruolo grazie al ricorso al TAR del Lazio e che oggi viene congelato, se non bocciato appunto dal Consiglio di Stato. L’ordinanza è stata depositata il 20 maggio 2016 e sospende
l’efficacia di una sentenza del TAR Lazio concernente il concorso per esami e titoli per il reclutamento del personale docente della scuola indetto con DDG n.82 del 24 settembre 2012.
L’antefatto
“Il TAR Lazio – scrive Ficara su la Tecnica della Scuola – aveva ammesso con riserva al concorso, poi superato, alcune migliaia di docenti che non avevano raggiunto la soglia dei 21/30 nella prova
preselettiva. In prima istanza questi docenti sono stati ammessi con riserva nelle graduatorie di merito del concorso ordinario 2012, poi con la sentenza di primo grado tale riserva è stata sciolta e questi
docenti sono entrati in ruolo ed alcuni stanno terminando quest’anno anche l’anno di prova.
Cosa succederà agli ex precari?
Con questa assurda ordinanza del Consiglio di Stato – continua Ficara –  si sostiene che la soglia dei 21/30 posta per la prova preselettiva appare non irragionevole, e decide che la sentenza del TAR Lazio è sospesa in via cautelare. Inoltre il Consiglio di Stato fissa l’udienza pubblica, per discutere nel merito la delicatissima questione, il 20 dicembre 2016. In buona sostanza i docenti immessi in ruolo e che hanno svolto uno o due anni di servizio e che per altro non hanno potuto partecipare, perché assunti in ruolo dalle graduatorie di merito del concorso 2012, al nuovo concorso a cattedra bandito con DDG 105 del 23 febbraio 2016.
Quindi oltre il danno, anche la beffa? Come è possibile fare entrare in ruolo dei docenti, fargli frequentare anche l’anno di prova, giudicarli positivamente e poi ordinare la cancellazione del loro ruolo? D’altronde si tratta di docenti che hanno superato le prove scritte e orali del concorso ordinario 2012, dimostrando di essere preparati ad affrontare questo delicato ruolo. Adesso è necessario che si intervenga a  sanare quella che sembra acquisire i contorni di una storia priva di ogni significato logico. Come è possibile sanare questa questione?
La politica e il Miur sono chiamati a dare una risposta ad un caso che potrebbe diventare un vero e proprio scandalo anche per i numeri dei  docenti coinvolti a cui è necessario dare immediatamente una risposta”.

CLAMOROSO: il Consiglio di Stato licenzia i docenti assunti per ricorso

www.usurainbanca.it
Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *