Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

CODACONS SOLLEVA VIOLAZIONE DIRETTIVE UE SU CONFLITTO DI INTERESSI E CHIEDE DI RIMETTERE FASCICOLO A CORTE EUROPEA

BANCHE: DISCUSSO OGGI RICORSO CODACONS CONTRO BAIL-IN

Si è conclusa da poco la discussione al Tar del Lazio del ricorso promosso dal Codacons contro il decreto salva-banche e la legge sul bail-in.
Nel corso delle due ore di udienza, gli avvocati di Bankitalia hanno pubblicizzato la
decisione dell’organo di valutazione definitiva, che avrebbe confermato la correttezza dell’operato dell’ente, chiedendo al Tar di acquisire il documento, ma il Codacons ha fatto notare che il D.lgs n.180 del 2015 prevede l’obbligo del segreto per le informazioni di cui Banca d’Italia dispone in qualità di autorità di risoluzione; pertanto la proposta è stata ritirata.
Il Codacons ha sostenuto dinanzi ai giudici le responsabilità di Bankitalia e Consob relativamente al crac di Banca Marche, Banca Etruria, Carichieti e Carife, e ha eccepito la violazione dell’ art. 3 della Direttiva Ue 59/2014 che vieta di nominare coma autorità di risoluzione la stessa autorità di vigilanza, proprio per evitare conflitti di interessi tra soggetti in causa, in questo caso chi poteva essere responsabile di omissioni e negligenze sulle 4 banche e chi sul destino delle stesse banche doveva poi esprimersi.
Il Codacons ha così chiesto di rimettere il fascicolo alla Corte di Giustizia Europea -affinché sia dichiarata illegittima la procedura di salvataggio delle 4 banche, in quanto appare violata la direttiva Ue in materia – e alla Corte Costituzionale, perché il bail-in rappresenta un esproprio non a favore dello Stato ma a favore di soggetti privati, in questo caso i 4 istituti salvati con i soldi dei risparmiatori.
Entro 7 giorni si attende la decisione del Tar del Lazio.

CODACONS   SOLLEVA VIOLAZIONE DIRETTIVE UE SU CONFLITTO DI INTERESSI E CHIEDE DI RIMETTERE FASCICOLO A CORTE EUROPEA

www.usurainbanca.it
Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *