Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

Erede vuol conoscere le movimentazioni sul conto

Erede vuol conoscere le movimentazioni sul conto del parente

erede vuol conoscere le movimentazioni sul conto del parente,

erede vuol conoscere le movimentazioni sul conto del parente,

 

Anatocismo, Usura Bancaria,Anomalie bancarie

La legge (Art. 119, comma 4, TUB) riconosce, a ogni cliente della banca o ai loro eredi, il diritto di ottenere, a proprie spese, entro un congruo termine (che, comunque, non può mai superare novanta giorni) una copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni. Un esempio tipico è nel caso in cui il correntista voglia fare un’azione per il riconoscimento anatocismo bancario e necessiti di tutti gli estratti conto inerenti al singolo rapporto.

Al cliente possono essere addebitati solo i costi di produzione di tale documentazione.

Ma che succede nell’ipotesi in cui il correntista decede? Da quando decorre il termine di 10 anni? A chiarirlo è stata una recente pronuncia dell’Arbitro Bancario Finanziario di Napoli (ABF Napoli, sent. n. 5399 del 26.08.2014).

Secondo i giudici campani ((Art. 119, comma 4, TUB), il termine decennale stabilito dalla legge  per la richiesta alla banca di copia della documentazione relativa a singole operazioni decorre, nel caso di richiesta avanzata dagli eredi, dal momento dell’aperta successione.

Oltre tale termine decennale, l’istituto di credito non è tenuto a conservare le scritture contabili

Documentazione per rilevare l’eventuale anatocismo o le operazioni sospette di illiceità: la banca deve produrre la documentazione negli ultimi dieci anni dal decesso e apertura della successione del proprio cliente correntista.

www.usurainbanca.it

fonte:laleggepertutti.it

www.usurainbanca.it
Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *