Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate

L’incontro ha fatto seguito al deposito di una doppia denuncia alla Procura di Trani . Il secondo esposto presentato è una denuncia diretta a Bankitalia, per reati di falso ideologico e abuso d’ufficio.  Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate

Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate

Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate

Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate

Anatocismo, Usura Bancaria,Anomalie bancarie

Un doppio esposto alla procura di Trani. Lo ha presentato, il 15 marzo, l’associazione “SOS utenti”, cogliendo l’occasione del convegno organizzato a Bari dal Comitato 5 Stelle Bisceglie sul caso Euribor e sui prestiti bancari a rischio d’usura.

Accompagnati dagli organizzatori dell’incontro, che sposano la duplice causa in toto, i delegati Andrea Sorgentone (avvocato esperto in diritto bancario) e Luigi Iosa (penalista) e il presidente onorario Gennaro Baccile, hanno mantenuto la promessa fatta ai 2 milioni e mezzo di italiani vittime della manipolazione del tasso interbancario: da un lato fornire un contributo sostanziale alle indagini che il PM Michele Ruggiero avviò nel 2012 nei confronti di un cartello di banche macchiatesi di truffa aggravata e manipolazione dei mercati; dall’altro denunciare la Banca d’Italia per violazione delle leggi antiusura nella definizione dei tassi  sui mutui.

Nel pomeriggio, come da programma, Baccile, Sorgentone, Iosa  e il prof. Canio Trione (autore del libro “L’ultima Chance”, ed. Nuova  Cultura, Roma) hanno incontrato giuristi, avvocati e commercialisti nella sala consiliare della Città Metropolitana di Bari per illustrare il contenuto degli esposti e offrire dritte ai tecnici su cause singole e collettive per risarcire quelle famiglie che tra il 2005 e il 2008 hanno contratto mutui con le quattro “banche manipolatrici”: Sociètè Genèrale, Barclays, Deutsche Bank e Royal Bank of Scotland.

Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate.

IL CASO EURIBOR: Solo in Puglia le famiglie che avrebbero sborsato soldi in più illegittimamente, causa manipolazione dell’Euribor, sarebbero oltre 80.000 e, anche grazie al lavoro di SOS Utenti, potrebbero essere risarcite.

Sorgentone è l’unico ad avere tra le mani copia conforme della sentenza dell’Antitrust dell’Unione Europea del 2013, atto con cui il grande illecito fu smascherato, in seguito alla condanna al pagamento di 1,7 miliardi di euro di sanzione in capo al cartello interbancario.

Da quel documento, che non può né duplicare né tanto meno divulgare, ha tratto lo spunto per calcolare, per la prima volta, l’entità effettiva della manipolazione attraverso lo studio dell’andamento dei mercati.

Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate.

«Di per sè l’Euribor – spiega – non è né un tasso attendibile, in quanto definito sulla base delle affermazioni di poche banche che tra l’altro nessuno controlla al momento dell’applicazione dei tassi dichiarati. Tantomeno è ricostruibile in modo esatto.

È una bilancia che si può truccare e che non offre garanzie agli utenti. Noi però abbiamo provato ad aggirare l’ostacolo: abbiamo ricostruito l’Euribor unendo i valori precedenti e successivi alla manipolazione, per fornire prova della colpevolezza delle banche.

Il trucco c’è: dal 2005 al 2008 hanno tutte investito in derivati, passando da 44 miliardi a 66 miliardi. Una operazione a perdere, dati i tassi in forte ascesa, con picchi del 5,43%.

Il vantaggio è venuto dopo: in quel lasso di tempo che va da settembre 2008 a giugno 2009, quando il crollo impetuoso e innaturale dell’Euribor ha permesso agli istituti di credito di iniziare ad incassare cifre stratosferiche, spalmate su 5,7, 10 o più anni, a seconda della durata dei mutui».

Quanto ai rilievi che possono essere fatti valere in giudizio, le ipotesi sono diverse e si rifanno tutte alla scarsa trasparenza dei contratti. Su tutti quello di appropriazione indebita bancaria.

«Grazie ad una sentenza del luglio 2016 – spiega l’avv. Iosa –  il reato di appropriazione indebita è stato ridefinito in termini di atto irreversibile, che si consuma nel momento esatto in cui il reo compie un atto di possesso.

Se chiedendo alla banca la restituzione degli interessi indebitamente acquisiti il cliente dovesse vederseli negati, si potrà ricorrere alla fattispecie dell’indebita appropriazione bancaria».

Euribor manipolato e soglie d’usura taroccate.

IL CASO BANKITALIA: Il secondo esposto presentato è una denuncia diretta a Bankitalia, per reati di falso ideologico e abuso d’ufficio.

Sorgentone ha dimostrato che la Banca d’Italia, per calcolare il tasso effettivo del credito (TIR) e quello complessivo cui deve fare riferimento la giurisprudenza ufficiale (TEG, Tasso effettivo globale, reso pubblico con decreti del Ministero delle Finanze), usa due pesi e due misure.

Così il tasso riportato dai bollettini trimestrali dell’istituto centrale, calcolato con formule di matematica finanziaria d’invenzione, risulterebbe sempre di diversi punti inferiore a quello del Mef, a tutto vantaggio di chi presta soldi. «Secondo le regole di Bankitalia – spiega Sorgentone – il reato di usura non esiste.

E questa è una truffa, ovvero una condotta penalmente rilevante, dal momento in cui le istruzioni trimestrali che Bankitalia pubblica non possono essere considerate dispositivi normativi, come lo sono quelli del Mef ».  

Nel calcolo dei tassi usurai qualcosa va insomma rivista. E par si che questo avvenga nel più breve tempo possibile, l’associazione è pronta a dar battaglia. E il comitato 5 stelle di Bisceglie è pronto ad accendere, politicamente, tutti i riflettori possibili su questo scontro.

fonte : bisceglieindiretta.it

se il tuo mutuo è in euribor e vuoi saperne di piu’ contattaci

 

Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *