Anatocismo, Usura Bancaria, Analisi econometriche

UDINE: Ecco la pagella dei dirigenti comunali di Udine: premi per tutti, costo 98 mila euro

L’assegno più ricco all’ingegner Disnan, il più povero a Padrini ma solo perché nel 2014 era in aspettativa. Al nuovo comandante della polizia locale 4 mila 414 euro. Resta da valutare il lavoro svolto all’Ambito

È l’ingegner con il più alto numero di incarichi in Comune, è il tecnico di fiducia di palazzo D’Aronco, ma anche il dirigente che riceve il premio più ricco per gli obiettivo raggiunti lo scorso anno: la cifra supera di poco i 7 mila euro. A seguire si collocano Marina Del Giudice (6 mila 790 euro) che ha appena ricevuto i complimenti dal sindaco per la stesura del bilancio con le nuove regole e il dirigente che gestisce i servizi alla persona, Filippo Toscano, al quale è stato assegnato un premio pari a 6 mila 739 euro.
La cosiddetta pagella è stata approvata dalla giunta Honsell sulla base della valutazione effettuata dall’unico componente dell’organismo per la valutazione delle performance, Luca Nervi. Va subito detto che la pagella non prende in considerazione l’operato del segretario generale, Carmine Cipriano, il quale è stato inquadrato con un contratto diverso dai colleghi. Specifiche a parte, il valore complessivo dei premi ammonta a 98 mila 229 euro.


Anatocismo, Usura Bancaria,Anomalie bancarie

In cima alla classifica quindi troviamo l’ingegner Disnan al quale sono stati affidati tutti i cantieri più problematici dal punto di vista tecnico, a partire dal parcheggio di piazza Primo maggio per arrivare alla costruzione dello stadio Friuli. In entrambi i casi sostituisce il collega Luigi Fantini che si piazza a metà classifica con un premio pari a 5 mila 499 euro. Disnan però è anche responsabile unico del procedimento (Rup) della ristrutturazione del palasport Carnera dove ha ricevuto il testimone dall’architetto Barbara Gentilini alla quale vanno 6 mila 553 euro di premio. In termini di obiettivi raggiunti non si posiziona male neppur l’architetto Lorenzo Agostini, che riceve 6 mila 336 euro. Il nuovo comandante della polizia locale, Sergio Bedessi, invece incassa 4 mila 414 euro. Una cifra leggermente superiore a quella assegnata all’avvocato, Giangiacomo Martinuzzi, che supera di poco i 4 mila euro.
Nella pagella compaiono anche i nomi di dirigente non più a Udine come il direttore dei civici musei, Marco Biscione, che dallo scorso ottobre non lavora più per l’amministrazione di palazzo D’Aranco. Incassa comunque il premio, il suo assegno ammonta a 4 mila 282 euro.
Fanalino di coda Marco Padrini ma per un fatto puramente temporale perché lo scorso anno, dopo il periodo di aspettativa durante il quale ha svolto l’incarico di Rup del nuovo stadio Friuli per conto dell’Udinese calcio, è rientrato a palazzo, nella sua veste di dirigente, solo a novembre. In ogni caso non ha mancato di raggiungere qualche obiettivo perché il suo premio è stato quantificato in 521 euro. Lo stesso vale per Bruna Proclemer che per aver diretto il servizio appalti per poco più di tre mesi incassa 2 mila 943 euro.
Resta da quantificare il premio del dirigente dell’Ambito socio assistenziale, Roberto Orlich, il quale, per conoscere la valutazione del suo lavoro, dovrà attendere la riunione dell’assemblea dei sindaci alla quale compete esprimersi. Stando agli importi pagati si deduce che a palazzo D’Aronco tutti i dirigenti si impegnano nel raggiungimento degli obiettivi che gli vengono assegnati dall’amministrazione attraverso il Piano esecutivo di gestione. Non va dimenticato, inoltre, che lo scorso anno, nell’ambito della razionalizzazione della spesa, la giunta Honsell ha ridotto del 10 per cento il valore del fondo riservato ai premi dei dirigenti tagliando gli importi di circa 2 mila euro a testa all’anno.

Fonte: MessaggeroVeneto

www.usurainbanca.it
Please follow and like us:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *